Verso le elezioni politiche 2018 – Il commento di Luca Lindholm

25-II-2018: 1 settimana al voto

Manca una settimana precisa al voto e l’intera Italia è in fermento, come è logico che sia. Mi hanno particolarmente colpito quest’oggi tre notizie, che fanno inequivocabilmente capire come la stampa italiana sia faziosa… e questo non vale solo nei confronti del Movimento 5 Stelle, che mi accingo a votare fra 7 giorni, ma per qualsiasi schieramento politico che in futuro si volesse occupare di cambiare un po’ il sistema economico sociale vigente: per questo sono molto preoccupato.

La prima notizia è un post, pubblicato su Facebook, di una certa “Rossella Schettino”… il cognome vi dice qualcosa? Ma certo! E’ proprio la figlia del Comandante della Costa Concordia, fatta naufragare 6 anni, per un totale di 32 vittime!

Ebbene… per costei il Capitano De Falco, divenuto famoso per aver tentato di richiamare il famigerato comandante alle sue responsabilità mediante un’espressione molto colorita, le avrebbe “rovinato la vita”!

Da quando il Comandante De Falco ha scelto di candidarsi ufficialmente con il m5S, è stato oggetto di strani attacchi da parte della stampa nazionale che lo hanno fatto trasformare da eroe e fiero servitore dello Stato… a quasi una persona violenta, a causa della notizia che De Falco avrebbe violentato la moglie, spingendola ad andare al commissariato… peccato che la moglie stessa abbia smentito tutto ciò, ma il danno era fatto.

Altro candidato del M5S, altro strano attacco: Sergio Costa, generale della Benemerita distintosi per aver scoperto la Terra dei fuochi e per voler reintrodurre (giustamente, ndr) il Corpo Forestale dello Stato, viene svelato ufficialmente oggi da Di Maio come candidato (il primo di tutta una serie) al Ministero dell’Ambiente… e quali sono stati i commenti su internet dei PSEUDO-progressisti? “Ah, un tecnico, naah”, “è un generale in servizio attivo, non può far parte del Governo” e tante altre banalità – o sarebbe meglio dire assurdità – che vi risparmio.

Ultimo, ma non meno importante… Zeman!

Lo storico allenatore di club ha confermato che sarà presente alla presentazione del programma dello Sport del Movimento (ma anche che non intende avere un ruolo attivo in politica)… ed ecco scatenarsi il solito l’inferno in vari giornali: il PD si indigna, per voce del solito Anzaldi, ribadendo di essere stata l’unica formazione di governo ad aver fatto qualcosa per lo sport, attraverso tutta un’epopea raccontata sulle pagine dell’Huffington Post e degna di un romanzo!

Chissà cos’altro ci toccherà ascoltare nei prossimi giorni che ci separano da queste intriganti elezioni.

 

Questo articolo verrà aggiornato in continuazione.

Precedente Developer's survey Successivo The best of the Windows Store (Part 1 - Desktop apps)